Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


Comunicazione del Presidente UNPLI

Cari Amici,
vi aggiorno con molto piacere sulle novità messe a punto da Presidenza, Giunta, Dipartimenti e dalle Segreterie nazionali, in merito a quanto deciso in Consiglio nazionale e nella passata riunione dei Presidenti regionali di Abbiategrasso.

Continuano le adesioni al progetto CAMMINITALIANI.IT ed abbiamo già un nutrito cartello. Inoltre abbiamo definito il programma di massima delle “Settimane dei Cammini italiani” che partiranno il 20 e 21 settembre con l’appuntamento in Toscana sulla Via Francigena, la cui organizzazione è affidata al Comitato regionale e che vedrà la presenza anche della Giunta nazionale.
La settimana successiva il 26 eil 27 settembre ci sposteremo in Puglia dove parteciperemo al programma allestito dai nostri amici di “VIE SACRE” e dell’Associazione Europea Vie Francigene. A cura dell’UNPLI l’allestimento all’interno del Castello di Monte Sant’Angelo con una piccola rappresentanza di stand delle varie Regioni italiane.
Saranno dunque giornate di promozione e diffusione del progetto con degustazioni di prodotti tipici e materiali sui “Cammini”.
Chiusura in grande stile delle “Settimane” ad Assisi nei giorni 3-4-5 ottobre con incontri, convegni, spettacoli e nuova edizione di “Piazza Italia”.
Da Assisi è prevista la partenza di alcune staffette di camminatori che avranno il compito di recapitare al Santo Padre un appello del nostro Mondo a favore della Cultura e del Turismo. Tutte le Pro Loco d’Italia sono invitate in quel periodo ad organizzare, lungo le strade dei loro territori, iniziative legate al tema dei Cammini, passeggiate, escursioni o veri e propri pellegrinaggi. Tutte le azioni saranno pubblicizzate dall’UNPLI mediante comunicati e mezzi stampa. Come ricorderete il progetto è pluriennale e questo ci sembra un ottimo inizio... leggi di più

 

TUNISIA- ANFITEATRO ROMANO.jpg

Mostra fotografica “ TUNISIA” di Gigino Nostrale

La Fondazione "Avella Città d'Arte" e l'Associazione Turistica Pro Loco "Abella", in collaborazione con il Comune di Avella, con la Soprintendenza Archeologica AV-BN-CE-SA, con il Gruppo Archeologico Avellano "Amedeo Maiuri" e con PMI Italia International, nell'ambito del Progetto di Gemellaggio con la Città' di EL JEM , hanno organizzato la Mostra Fotografica " TUNISIA"di Gigino Nostrale, inaugurata domenica 4 maggio, presso il Palazzo Baronale di Avella, nell'ala che ospiterà il Museo Archeologico del territorio dell'Alta Valle del Clanio.
La Mostra di Nostrale costituisce il primo passo per intavolare un discorso politico-culturale e avviare il gemellaggio tra Abella-Avella e la città tunisina di El Jem, che hanno una comune radice nella storia millenaria del Mediterraneo, in primis Avella uno tra i più antichi anfiteatri della Campania, El Jem un monumento colossale, il terzo per grandezza in tutto il bacino del Mare Nostrum dei Romani, dopo il Colosseo e l'anfiteatro di Capua. La struttura monumentale di Abella fu edificata nel I sec. a.C. sui resti di abitazioni sannitiche, mentre quella di El Jem venne costruita dai Romani sotto il proconsole Gordiano I, il quale venne acclamato Imperatore a Thysdrus, intorno al 238 d.C... leggi di più

Tutte le foto

Ritorna il Carnevale Avellano secondo … tradizione

 

Guarda video in HD

La Pro Loco Abella e la Pro Loco Clanis provano a mettersi insieme e scendono in… “ in piazza “, proponendo un carnevale secondo tradizione. Si comincia, Infatti, con la presenza ad Avella del Gruppo Folcloristico dell’Associazione Polivalente “Fenestrelle” di Monteforte Irpino, che si esibirà sabato 1 marzo alle ore 17.00 in Piazzale Convento con la cantata di Zeza e successivamente in Piazza Municipio nel Ballo a intreccio, dopo aver sfilato lungo Corso Vittorio Emanuele.
Domenica 2 e martedì 4, poi, scenderà in campo invece il Gruppo Folcloristico “Arturo Vetrano”, che fa capo alla Pro Loco Abella e si esibirà nelle piazze di Avella e, nella giornata di domenica, anche di Sperone, nella cantata di Zeza e nella ballata del ‘Llàccio d’ammòre”. Il gruppo folcloristico avellano, ritorna così sulla scena, dopo “il salto” del 2013, mettendo in campo la cosiddetta vecchia generazione. E proprio il caso di dire che “gallina vecchia fa buon brodo”.
Chiusura a sorpresa, infine martedì 4 marzo con la celebrazione della “Morte del Carnevale”, in Piazza Municipio, dopo i balli folcloristici. La manifestazione si avvale del patrocinio dei Comuni di Avella, Sperone e Monteforte e della Fondazione “Avella Città d’Arte”.

Album fotografico La "Zèza"

Album fotografico "Lu làccio d'ammòre"